Il caffè e il cuore

Il caffè è un alimento peculiare, ricco di componenti, che possono avere importanti effetti su molte attività metaboliche del nostro organismo.

Negli ultimi decenni la relazione tra consumo di caffè e rischio di malattie cardiovascolari è stata oggetto di numerosi studi, a volte con risultati contrastanti dovuti anche alla superficialità con la quale alcuni dati scientifici sono stati interpretati.

Anche se il dibattito scientifico non è ancora concluso – e la confusione rimane – la maggior parte degli studi prospettivi condotti indicano che, in soggetti sani, il consumo moderato (3-4 tazze al giorno) ed abituale di caffè non aumenta il rischio di malattie cardiovascolari.

Dobbiamo comunque considerare che gli effetti positivi o negativi sul nostro sistema cardiovascolare dipendono soprattutto dal “modo d’uso” del caffè (metodo di preparazione, frequenza, dose di consumo, ...) mentre altri sono in relazione al “comportamento” di chi lo consuma (stile di vita, abitudini alimentari, ...).